Cimitero Militare Tedesco della Futa

cimfuta 2Il Cimitero Militare Tedesco della Futa si trova nei pressi del Passo della Futa, a metà strada tra Bologna e Firenze, sulla cima di un caratteristico rilievo montuoso a quota 950 metri, nello splendido scenario dell’Appennino Tosco Emiliano dove la Linea Gotica segnò il tentativo delle truppe tedesche di fronteggiare l’avanzata degli alleati durante la Seconda Guerra Mondiale. Costruito negli anni ‘60 dall’architetto tedesco Dieter Osterlen a seguito degli accordi tra lo Stato Italiano e la Repubblica Federale Tedesca, il Cimitero Militare Tedesco della Futa è il più grande di quelli realizzati in Italia dall’ente privato sovvenzionato dalla Germania per il recupero delle salme dei caduti tedeschi in territorio italiano. L’area cimiteriale occupa 12 ettari di terreno sui quali si sviluppano dei terrazzamenti a gradoni che seguono le pendici del monte. I sepolcri sono protetti da un muro di cinta lungo 2 km che si sviluppa a spirale fino alla cima del monte, culminando in un muro piramidale che si erge verso l’alto a forma di scheggia sotto il quale si trovano due cripte commemorative. Questa caratteristica punta finale del muro protesa in alto rende il Cimitero Militare Tedesco della Futa riconoscibile anche a distanza, come simbolo incontrastato del territorio, tra terra e cielo.